Locazioni – quesiti

1)Locazioni: pagamento canone con deposito cauzionale
2)Locazioni: registrazione contratto
3)Locazioni: spese per la caldaia
4)Locazioni: rilascio appartamento senza preavviso
5)Locazioni: interessi sul deposito cauzionale

1)Locazioni: pagamento canone con deposito cauzionale
In un momento di difficoltà, posso compensare il mancato pagamento del canone di locazione con il deposito cauzionale che ho versato al momento della firma del contratto?

No, il deposito cauzionale ha una natura diversa e viene trattenuto solo ed unicamente a titolo di garanzia su eventuali danni che il conduttore dovesse arrecare all’immobile. Diviene esigibile dal conduttore che l’ha versato solo al termine della locazione, pertanto finchè il contratto prosegue non è possibile chiedere che il proprietario “attinga” dal deposito i soldi dell’affitto.

2)Locazioni: registrazione contratto
Chi (ed entro quando) deve registratre il contratto di locazione?

Il contratto di locazione deve essere registrato presso l’agenzia delle entrate entro trenta giorni dalla data di sottoscrizione. La mancata registrazione non comporta in ogni caso la nullità del contratto, i cui effetti cominciano in ogni caso a decorrere da quando è stato siglato. Alla registrazione possono provvedere sia il conduttore che il locatore.

3)Locazioni: spese per la caldaia
La caldaia dell’appartamento da me locato funziona male, ma il proprietario sostiene che le spese siano a mio carico.

Le spese saranno a carico del proprietario. Infatti al conduttore (inquilino) spettano unicamente le spese di carattere ordinario, ex art 1576 c.c., che possono intendersi come piccole riparazioni, manutenzione ordinaria, spese per il funzionamento ecc.. Ma se la caldaia necessita di un intervento straordinario (una riparazione o addirittura una sostituzione) sarà il locatore a dover affrontarne i costi.

4)Locazioni: rilascio appartamento senza preavviso
L’inquilino di un immobile di mia proprietà ha deciso di lasciare l’appartamento senza darmi alcun preavviso, semplicemente riconsegnandomi le chiavi e liberandolo. Posso chiedergli comunque il pagamento del canone?

Sì, poiché il preavviso di sei mesi è comunque necessario. Il fatto di aver lasciato l’appartamento rappresenta semplicemente la volontà di interrompere il rapporto locatizio (attraverso un comportamento concludente) ma il conduttore resterà in ogni caso obbligato a corrispondere il canone per i mesi restanti fino al momento in cui avrebbe potuto lasciare l’immobile dandone preavviso.

5)Locazioni: interessi sul deposito cauzionale
Ho versato un deposito cauzionale per una locazione, all’atto della restituzione posso pretendere gli interessi?

Sì, poiché il deposito cauzionale è sempre fruttifero.
Al momento della cessazione della locazione, il conduttore avrà diritto a percepire il capitale versato (deposito) e i relativi interessi dalla data di sottoscrizione del contratto alla data finale.
Unico onere in capo al locatore è quello di dimostrare che la somma è stata incassata a titolo di deposito cauzionale e non a titolo di deposito libero in garanzia o corrispettivo di commoda, circostanza solitamente provata dal fatto che la dicitura “deposito cauzionale” è utilizzata direttamente sul contratto.
Pertanto, anche nel caso in cui non fossero previsti interessi, questi devono essere versati unitamente al capitale, indipendentemente dal fatto che vi siano ritardi nella restituzione.