Successioni

Successioni

Avvocato Successioni ed Eredità

Con la successione mortis causa un soggetto subentra ad un altro soggetto a seguito del decesso del primo, in una o più situazioni giuridiche.

La successione può essere di due tipi: testamentaria, quando è regolata da un testamento o legittima quando è disciplinata esclusivamente dalla legge. In ogni caso il nostro ordinamento stabilisce che una quota di eredità, la legittima, spetta di diritto ai parenti più stretti (il coniuge, i discendenti e gli ascendenti in mancanza di discendenti).

Questo diritto alla quota di legittima configura un limite all’autonomia testamentaria e s’inquadra nell’ambito della cosiddetta “successione necessaria“. Per acquisire l’eredità occorre accettarla. L’accettazione può essere espressa oppure tacita, cioè desumibile da un comportamento che manifesti la volontà di accettare.

Se l’erede accetta, subentra al defunto anche nei debiti.

Per questo motivo la legge prevede anche la possibilità di rinunciare all’eredità oppure di accettare con beneficio di inventario.

Il ruolo dell’avvocato civilista nella successione può aversi prima dell’apertura della stessa, e dunque per regolare le ipotesi di trasferimento dei beni anche per via testamentaria prima della morte dell’interessato, oppure successivamente per dirimere eventuali questioni che dovessero insorgere nella interpretazione del testamento, per la dichiarazione di accettazione o rifiuto o accettazione con beneficio, ovvero da ultimo nel caso di controversie circa la lesione di quote di legittima o azioni revocatorie.

Per maggiori informazioni, anche sugli aspetti fiscali della dichiarazione di successione, è possibile contattare lo Studio di Diritto Civile telefonicamente o attraverso il form di contatto.