Categoria: Pareri

Risarcimento del danno ambientale

È particolarmente complesso delineare in modo preciso e inequivocabile il significato del concetto di ambiente a causa delle varie prospettive presenti nella letteratura e nelle leggi nazionali ed europee. Il concetto di ambiente, come definito nel ‘Libro Verde’  (Commissione delle Comunità Europee, 1993, p. 33), comprende le risorse naturali, abiotiche e biotiche, insieme all’interazione tra […]

Alcoltest: l’irregolare taratura dell’etilometro invalida l’accertamento

Come l’irregolare omologazione e la scorretta taratura dell’etilometro utilizzato possono incedere sull’accertamento dello stato di ebbrezza   Secondo costante e maggioritaria giurisprudenza al fine di inquadrare le caratteristiche che deve avere l’etilometro utilizzato per gli accertamenti dei tassi alcolemici è necessario fare riferimento alla disciplina risultante dal DPR 495/1992, art. 379, dedicato, appunto, alla «guida […]

Il reato di tortura

“Chiunque, con violenze o minacce gravi, ovvero agendo con crudeltà, cagiona acute sofferenze fisiche o un verificabile trauma psichico a una persona privata della libertà personale o affidata alla sua custodia, potestà, vigilanza, controllo, cura o assistenza, ovvero che si trovi in condizioni di minorata difesa, è punito con la pena della reclusione da quattro […]

Differenze fra assegno di mantenimento e assegno divorzile

L’assegno di mantenimento e quello divorzile costituiscono due strumenti differenti, sebbene nel gergo comune questi termini vengano talvolta percepiti come interscambiabili. Vediamo insieme in breve quali sono le principali caratteristiche e le rispettive differenze. L’assegno di mantenimento (art. 156 c.c.) L’assegno di mantenimento consegue alla pronuncia di separazione personale tra i coniugi e consiste in […]

“Utero in affitto” o “Gestazione per altri”?

Avv. Ilaria Fenaroli   Gestazione per altre persone: un po’ di chiarezza. Cosa si intende per gestazione per altri La gestazione per altri è una forma di procreazione medicalmente assistita in cui una donna terza rispetto alla coppia che acquisirà la responsabilità genitoriale del nascituro porta avanti la gravidanza. La scelta delle parole L’utilizzo del […]

Nessun obbligo di mantenimento del figlio maggiorenne “nullafacente”

E’ ben noto che tra gli obblighi del genitore vi sia anche quello di provvedere economicamente al mantenimento della prole. Tale onere sussiste naturalmente anche nel caso in cui intervenga la separazione personale ovvero il divorzio tra i coniugi. La legge stabilisce (art. 30 co. 1 Cost., artt. 315-bis, 316-bis c.c.) che il genitore abbia […]

Le fasi del procedimento penale

Quando riceviamo un cliente nuovo ci piace fargli immaginare il processo come una lunghissima linea retta. A ciascun segmento di linea retta corrisponde una fase del procedimento, o del processo. Per sapere cosa succederà dopo, bisogna quindi prima affrontare la fasi precedenti. Segmento per segmento, fino alla fine. In questo articolo cercheremo di spiegare nel […]

Poretti e Passalacqua

L’art. 3 l. 21 novembre 1967 n. 1185, la legge che regola la materia dei passaporti, prevede espressamente che non possa essere ottenuto un valido documento per l’espatrio, da chi ha condanne a pene restrittive della libertà personale. Quindi non potrà essere richiesto e ottenuto nemmeno durante l’espiazione della pena in misura alternativa (ad avviso […]

Tardivo deposito di note scritte: quali conseguenze?

Con l’introduzione della disciplina emergenziale in tema di processo civile e trattazione scritta si sono poste nella prassi problematiche relative al deposito tardivo, o omesso delle note stesse da parte delle parti processuali. Col presente contributo si cercherà di riassumere il quadro normativo e la ratio legislativa, ed esaminare le conseguenze giuridiche del tardivo, ed […]

L’insegnante è violento: è diritto di educare?

L’ordinamento scolastico vieta in qualsiasi modo l’utilizzo di violenza fisica sugli alunni, il fatto dell’insegnante che percuota uno scolaro, dunque, non potrà mai configurarsi come abuso di mezzi di correzione o disciplina, ovverosia il reato di cui all’art. 571 c.p., in quanto non è concepibile l’abuso di un mezzo educativo (ossia, la violenza) di cui non sia consentito in alcun modo l’uso.