È sufficiente una relazione extraconiugale a causare l’addebitabilità della separazione?

È sufficiente una relazione extraconiugale a causare l’addebitabilità della separazione?

11 Mag 2017

Il fatto di avere intrattenuto una relazione extraconiugale può, nella generalità dei casi, essere causa efficiente di una situazione familiare intollerabile: tale violazione degli obblighi di ciascun coniuge (previsti dal codice civile) porterebbe quindi all’addebito della separazione, che impedisce ad esempio di percepire un assegno di mantenimento.

Tuttavia il nesso fra la relazione extraconiugale e la compromissione definitiva dei rapporti deve sempre essere valutata in concreto, poiché è necessario che sia determinante nel portare i coniugi alla separazione e non, come talvolta accade, solo un elemento che si inserisce in un contesto familiare già compromesso per svariate ragioni.

La Cassazione Civile, con sentenza n. 25560/2010) statuisce inoltre che, qualora dopo l’emersione della relazione extraconiugale la vita matrimoniale riprenda serenamente (e dunque i coniugi superino il momento di difficoltà), tale relazione non può considerarsi sufficiente all’addebitabilità della separazione.